Top 10 – Migliori libri del 2018

Con un po’ di ritardo, oggi vi parlo brevemente delle mie letture preferite del 2018. Sulla maggior parte non mi soffermerò moltissimo, avendone parlato più approfonditamente in altri post (ve li linkerò mano a mano), semplicemente voglio darvi una panoramica generale di quelli che sono stati i libri che mi hanno segnata di più durante l’anno.

Continua a leggere Top 10 – Migliori libri del 2018

Annunci

Il mio 2018 in film

Per un’amante delle liste come me, la fine dell’anno porta a stilare una serie infinita di liste dei best of dell’anno. Non vi tedierò con tutte, ma quella dei film non ve la posso risparmiare. Quella che state per leggere non è propriamente la lista dei preferiti dell’anno, in realtà: ad ogni mese ho associato il mio film preferito visto durante quel mese specifico (con qualche eccezione, come mio solito), così da avere una visione più chiara del mio anno cinematografico. Ho escluso i rewatch e inserito solo prime visioni, che si trattasse di film usciti nel 2018 o meno. Alla fine trovate anche qualche honorable mention, perché non riesco mai a regolarmi come dovrei, e infine i film che più mi hanno deluso quest’anno.

Continua a leggere Il mio 2018 in film

Le amiche geniali di Elena Ferrante

Avrei bisogno di dieci post per dire in modo più o meno esaustivo cosa penso di questi libri, ma forse è meglio evitare. Dopo anni passati a rimandarne la lettura, quest’estate mi sono decisa a prendere in mano la tetralogia dell’Amica geniale, in vista dell’uscita della serie televisiva di Rai 1. Scritta da Elena Ferrante e pubblicata da Edizioni E/O, è diventata un instant cult, ottenendo un successo incredibile non solo in Italia, ma anche all’estero (soprattutto negli Stati Uniti). È impossibile staccarsi dalle pagine di Ferrante, dalla sua scrittura magnetica che cattura il lettore per l’onestà disarmante con cui racconta l’amicizia delle due protagoniste, Elena e Raffaella (Lenù e Lila), facendo luce anche e soprattutto sugli aspetti più ambigui del loro rapporto.

Continua a leggere Le amiche geniali di Elena Ferrante

La mia storia di lettrice in 10 libri

Difficile riassumere la mia vita di lettrice in soli dieci libri, ma ho deciso di provare a farlo dopo aver visto un video di Gaetano Pagano su YouTube (se non lo seguite vi consiglio davvero di dare un’occhiata al suo canale). L’iniziativa nasce dalla recente pubblicazione di Guida tascabile per maniaci dei libri, edito da Edizioni Clichy, che si pone l’obiettivo – piuttosto ambizioso – di raccogliere “mille libri fondamentali” della storia della letteratura. Ecco quindi l’idea di stilare un elenco di libri fondamentali, libri che hanno segnato la nostra storia di lettori.

Continua a leggere La mia storia di lettrice in 10 libri

Fame – Storia di un corpo

“Vivo in questo corpo ribelle da oltre vent’anni. Ho tentato di farci la pace. Ho tentato di amarlo o almeno tollerarlo in un mondo che lo disprezza e basta.” (p. 24)

Finalmente anch’io sono riuscita a leggere il tanto discusso Fame di Roxane Gay (meglio tardi che mai), pubblicato in Italia da Einaudi. L’autrice era già molto conosciuta prima della pubblicazione di questo memoir, soprattutto per la raccolta di saggi Bad Feminist, incentrata sul femminismo (tematica che tra l’altro torna anche in Fame, ma di questo parliamo più avanti).

Continua a leggere Fame – Storia di un corpo

Se niente importa – Perché mangiamo gli animali?

“Il peggio arrivò verso la fine. Moltissime persone morirono proprio alla fine, e io non sapevo se avrei resistito un altro giorno. Un contadino, un russo, Dio lo benedica, vide in che stato ero, entrò in casa e ne uscì con un pezzo di carne per me.”
“Ti salvò la vita.”
“Non lo mangiai […] Era maiale. Non ero disposta a mangiare maiale.”
“Perché? […] Perché non era kosher?”
“Certo.”
“Ma neppure per salvarti la vita?”
“Se niente importa, non c’è niente da salvare.” [1]

Ho riscritto questa introduzione diecimila volte, ma questa dev’essere la volta buona. Ho rimandato abbastanza e sono piuttosto stufa di mettermi davanti al computer senza combinare nulla. Il problema è che non sapevo come approcciarmi alla recensione. Come comportarmi? Lasciare emergere la parte più emotiva di me, con il rischio che molti di voi smettano subito di leggere l’articolo, o cercare di trattare l’argomento in modo tale che ciò che scrivo abbia risonanza nella maggior parte di voi, a prescindere da cosa mangerete stasera per cena? Scelgo ovviamente la seconda opzione. Mi ritengo un’idealista pragmatica e il mio scopo è che quante più persone possibili arrivino fino alla fine del post pensando “forse potrei dare un’occhiata a questo libro”.

Continua a leggere Se niente importa – Perché mangiamo gli animali?

Netflix Book Tag

Questa settimana punto su un post più leggero del solito e vi propongo il mio primo book tag (per chi non sapesse che cosa sia, si tratta di rispondere a una serie di domande menzionando uno o più libri). Li ho sempre visti fare sotto forma di video, quindi spero che il formato scritto risulti comunque piacevole. Questo in particolare è il Netflix Book Tag, mi ci sono imbattuta di recente grazie a un video di Matteo Fumagalli (non credo abbia bisogno di presentazioni). I credits vanno a A Darker Shade Of Whitney, creatrice del tag su YouTube.

Continua a leggere Netflix Book Tag